Home

monitoraggio

Sistemi locali

Questa tipologia prevede l’impiego di centraline stand-alone, alle quali è possibile collegare un numero massimo di quattro canali, ognuno dei quali può essere collegato ad un sensore (ad esempio un potenziometro, inclinometro, sensore di temperatura etc.).

Il sistema può essere alimentato con una batteria da 9 V interna o, alternativamente, tramite alimentatore di rete od una batteria esterna di capacità elevata. Il basso assorbimento permette al sistema di acquisire per circa un anno con un intervallo, tra due acquisizioni successive, di sei ore.

L’intervallo minimo di acquisizione (risoluzione di acquisizione) è pari a 2”.

Tramite linea seriale RS232 la centralina viene connessa ad un computer con il quale vengono impostati l’orologio, l’intervallo di acquisizione, i parametri relativi a ciascun canale e viene inizializzato il puntatore (tutte operazioni che devono essere fatte, una volta per tutte, all’avvio di un nuovo monitoraggio).

 Lo scarico dei dati viene eseguito sul posto, generalmente ogni 3 o 4 mesi, mediante un Pc portatile che si interfaccia alla centralina mediante un software dedicato.

In alternativa lo scarico dei dati può essere effettuata in remoto, collegando alla centralina un modem GSM.